La Lavorazione

Il Torrone friabile Barbero ha delle caratteristiche uniche in quanto e’ un prodotto lavorato ancora con l’antica ricetta del torrone d’Asti.

Infatti e’ stata mantenuta totalmente l’antica lavorazione artigianale che prevede una lunga cottura in caldaie a vapore per 7 ore circa. Per fare ciò, continuiamo ad utilizzare l’albume fresco d’uovo che da al prodotto grande friabilità e che non altera il gusto del torrone. Il nostro torrone prevede nella sua ricetta un’altissima percentuale di nocciola Piemonte I.G.P. (51%) e del miele millefiori di buona qualità da noi selezionato.

Tutte le nocciole sono scelte a mano ed il torrone dopo la cottura viene estratto con dei “remi” di legno e schiacciato a mano all’interno di appositi stampi in faggio. Il legno viene ancora utilizzato in quanto e’ un isolante termico e ci permette di lasciar riposare il torrone all’interno degli stampi per il tempo giusto.Il prodotto viene poi fatto raffreddare sino al giorno successivo su tavoli di marmo e viene raccolto per essere confezionato.

Questo tipo di lavorazione artigianale in Piemonte per il “Friabile” non viene più attuata dall’industria in quanto l’albume d’uovo viene sostituito con gelatine alimentari che servono a velocizzare la cottura del torrone. Inoltre, nella produzione industriale la lavorazione manuale e’ stata sostituita dalla lavorazione in laminatoio che altera la friabilità del prodotto.